Speciale Irpinia – Padellata di Verdure

di Alba D'Alberto Commenta

Una territorio racconta la sua storia attraverso ciò che più lo caratterizza: natura, arte, tradizioni, gusto. L’Irpinia, che pure racchiude in sé tutti questi elementi distintivi, narra il suo lungo passato, fatto di grandi uomini e nobili gesta, ma anche di gente semplice che con amore ha saputo trarre il meglio da questa terra.

L’arte di un popolo che, utilizzando i prodotti che la natura generosamente offriva e impiegando una maestria frutto dell’ingegno tutto contadino, è riuscito a dar vita a capolavori di gusto in cui si conservano, ancora oggi, i sapori e gli odori di un tempo. Tra questi anche la padellata di verdure.

Ingredienti per 5 persone

  • 300 gr di patate (patane)
  • 300 gr di melanzane (mulignane)
  • 300 gr di pomodori (pommarole)
  • 300 gr di peperoni (pipicielli o pepaine)
  • 100 gr di cipolla (cepolla)
  • 1/2 dl di olio di oliva
  • sale e pepe q.b.

 

Procedimento

Lavare e pelare le patate e successivamente tagliarle a tocchetti. Lavare e tagliare le melanzane (senza privarle della buccia) a dadini. Successivamente salarle e metterle in un colapasta affinché perdano un poco del loro amarognolo. Lavate i peperoni e tagliateli a dadini. Fare un trito di cipolla e farla imbiondire in una padella con l’olio. Aggiungere le melanzane e i peperoni e fare cuocere per pochi minuti. Unite le patate, i pomodori e aggiustate di sale e pepe necessari. Amalgamare il tutto e fare cuocere a fuoco moderato. Se necessario, aggiungere un poco d’acqua tiepida (o vino bianco) per completare la cottura.

Fonte – Galirpinia

La padellata è in realtà un piatto che interessa molte regioni meridionali. C’è anche quella pugliese

Preparato per un secondo dall’intenso profumo di mare. Un originale abbinamento con i pomodorini e carciofi ne fa un piatto gustoso e ricco di sapori che delizia tutta la famiglia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>