Schiaccia alla campigliese

di Fabiana Commenta

Un dolce classico della tradizione livornese

schiacciaUn dolce croccante che si mangia accompagnato da vin santo o semplice vino bianco: è la schiaccia alla campigliese, il tradizionale dolce di Campiglia Marittima.

Molto rapidamente la schiaccia alla campigliese è diventata però un dolce diffuso anche in molti altri comuni di Livorno.

È lo strutto a conferire il gusto caratteristico alla schiaccia alla campigliese (e anche una certa consistenza) anche se i pinoli rappresentano senza dubbio un altro ingrediente indispensabile.

 

INGREDIENTI:

  • 300 gr di farina
  • 3 uova
  • 200 gr di zucchero
  • 200 gr di strutto
  • 10 gherigli di noci
  • 70 gr di pinoli
  • 1 limone
  • Sale

 

TORTA SBRISOLONA

 

 

PREPARAZIONE

Disponete la farina a fontana insieme a 175 gr di zucchero, aggiungendo un pizzico di sale.

Unite anche 150 gr di strutto e in un secondo momento anche le 3 uova, meglio se gradualmente. Aggiungete la scorza grattugiata di un limone, i gherigli di noci e i pinoli.

Continuate a lavorare il composto fino a quando la pasta non diventerà completamente liscia ed omogenea. 

Impastate e formate un panetto, poi avvolgetelo all’interno della pellicola e poi lasciatela riposare per circa 30-40 minuti.

Stendete l’impasto a formare un disco, poi trasferitelo all’interno di un tortiera precedentemente imburrata e già infarinata.

Sistemate l’impasto e poi pizzicatelo con le dita, infine di distribuitevi qualche fiocchetto di strutto rimasto e il resto dello zucchero. 

Infornate a 180°C per circa 35-40 minuti e poi sfornate. Lasciate intiepidire e poi servite. La tradizione vuole per la schiaccia alla campigliese sia utilizzato lo strutto: si tratta di una sorta di burro, ma decisamente grasso, che viene utilizzato soprattutto nelle cucine del centro-sud d’Italia, per friggere o come ingrediente.

Se proprio non volete utilizzare lo strutto potrete anche sostituirlo con il burro. Inoltre in passato si era soliti aggiungere all’impasto anche altri tipi di frutta secca per cui se preferite potrete anche personalizzare la vostra ricetta.

Foto Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>