Ricette pasquali, coratella con carciofi

di Alba D'Alberto Commenta

 coratella

La Pasqua è il periodo del’anno in cui si mangia prevalentemente agnello. Lo troviamo nelle ricette tipiche di tutte le regioni d’Italia cucinato in tantissimi modi diversi ma tutti assolutamente ottimi.

Nel Lazio, in particolar modo a Roma, la tradizione pasquale vuole che per il pranzo di Pasqua si prepari la coratella di agnello con i carciofi, un piatto dal sapore forte e deciso composto dalle interiora di questo animale. Vediamo come si prepara.

Ingredienti per la coratella di agnello con i carciofi

  • 2 coratelle di agnello (o abbacchio)
  • 4 carciofi romaneschi
  • mezzo litro di vino bianco
  • 1 limone
  • olio extravergine di oliva
  • sale e pepe

Preparazione

Pulire i carciofi eliminando le foglie esterne più dure e il gambo. Tagliare i carciofi a spicchi sottili e metterli a bagno in abbondante acqua dove avrete spremuto il succo di un limone.

Lasciare in ammollo per circa 30 minuti e poiu metterli in padella con un filo di olio e cuocerli fino a che saranno diventati teneri, sfumando all’occorrenza con un bicchiere di vino.

La coratella di agnello contiene diversi tipi di interiora che hanno diversi tipi di cottura, quindi, per fare in modo che cuociano tutti allo stesso modo, metterli in padella, dove avrete messo un abbondante giro di olio, in questo ordine: polmone, cuore, milza e fegato.

Far cuocere a fuoco medio sfumando con il vino per circa 30 minuti. Aggiustare di sale e pepe. Trascorso il tempo di cottura, versare i carciofi nella padella con la coratella e lasciare cuocere per altri dieci minuti per far insaporire il tutto.

Foto | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>