Come evitare le frodi a tavola

di Lucia Guglielmi Commenta

Al riguardo la Coldiretti raccomanda di fare molta attenzione ai falsi alimentari visto che è alto il rischio di acquistare prodotti di scarsissima qualità che possono rivelarsi anche dannosi per la salute.

Involtini di prosciutto crudo

Leggere bene l’etichetta e, quando possibile, acquistare direttamente dal produttore. E’ così che di norma si riescono ad evitare le frodi a tavola. Si parla di frode a tavola quando un consumatore crede di aver acquistato un prodotto che invece in realtà è un altro. Trattasi dei cosiddetti “falsi alimentari” che anche in scia alla crisi trovano purtroppo terreno fertile.

Questo perché i “falsi alimentari” rispetto a quelli veri di marca vengono venduti a prezzi più bassi con il chiaro intento di ingannare il consumatore. Ad esempio in questi ultimi giorni i Nas di Cremona sono entrati in azione sequestrando la bellezza di 2.300 prosciutti Dop solo all’apparenza visto che erano stati preparati con gli scarti provenienti dall’industria alimentare.



GLI INGREDIENTI DI UN PASTO PERFETTO

Al riguardo la Coldiretti raccomanda di fare molta attenzione ai falsi alimentari visto che è alto il rischio di acquistare prodotti di scarsissima qualità che possono rivelarsi anche dannosi per la salute.

AGNELLO CON PISELLI

Non a caso sono ben sei gli italiani su dieci che temono le frodi a tavola frutto da parte delle imprese truffaldine di concorrenza sleale nei confronti di quelle che invece rispettano gli standard produttivi. Inoltre, ricorda altresì la Coldiretti, il business dei falsi alimentari sottrae reddito ed occupazione ai settori legali della nostra economia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>