Cianfotta sorrentina

di Fabiana Commenta

Un tipico contorno di verdure della tradizione campana

cianfottaSi chiama cianfotta sorrentina ed è un contorno classico della cucina campana: si tratta di un ricco piatto a base di verdure molto simile alla caponata, la ricetta siciliana. Al tempo stesso la cianfotta sorrentina rappresenta una sorta di variante della classica ratatouille francese, nato in origine come piatto povero delle famiglie contadine.  Rispetto alle altre ricette si contraddistingue per la presenza delle prugne secche e delle pere cerbe, ma è anche vero che si tratta di un piatto che si può tranquillamente personalizzare in modi diversi in base al proprio gusto e alle proprie esigenze.

 

 

INGREDIENTI

  • 400 gr di pomodori San Marzano
  • 300 gr di patate
  • 200 gr di carote
  • 400 gr di zucchine
  • Una melanzana
  • Una cipolla
  • Uno spicchio d’aglio
  • 6 prugne secche
  • 6 pere
  • Olio extravergine d’oliva
  • Peperoncino
  • Basilico
  • Sale

 

 RATATOUILLE AL FORNO

 

PREPARAZIONE

 

Lavate e pulite tutte le verdure che utilizzerete per il vostro piatto.

Pulite la cipolla e affettatela, poi pelate i pomodori, sbucciate le patate e le carote.

Lavate anche le zucchine e la melanzana, poi tagliatele a dadini. 

Tagliate tutte le verdure in tocchetti piccoli facendo in modo tale che risultino della stessa dimensione. 

Lasciate rosolare all’interno di una padella lo spicchio d’aglio con un po’ di olio, il peperoncino e la cipolla tagliata. 

 

 

Quando comincerà a prendere colore, eliminate l’aglio, poi aggiungete anche i pomodori tagliati a cubetti. Lasciate cuocere tutto per circa 10 minuti e poi aggiungete le carote e le patate. 

Aggiungete nella padella anche un bicchiere di acqua. 

 

Quando l’acqua comincerà a ritirarsi dovrete aggiungete anche le zucchine e la melanzana tagliate a dadini.

Mescolate e lasciate cuocere tutte le verdure per circa un’ora. Aggiungete il sale e lasciate cuocere a fiamma moderata.

Nel frattempo preparate anche le prugne: denocciolatele e poi preparate le pere, meglio se quasi acerbe, come richiede la tradizione. Lavatale, sbucciatele e poi tagliatele a dadini. 

 

 

 

Quasi a fine cottura dovrete aggiungere anche le prugne secche e le pere tagliate a dadini: lasciate cuocere tutto per circa 15 minuti, poi aggiungete eventualmente altro sale.

Spegnete la fiamma e servite la vostra cianfotta, cospargendola con il basilico fresco. 

 

 

 

 

Foto Thinkstock

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>