Acquacotta grossetana

di Fabiana Commenta

Un piatto antico della tradizione maremmana

ACQUACOTTA GROSSETANAL’acquacotta grossetana è un piatto tipico della città di Grosseto ed è un piatto tipicamente maremmano, considerando la stretta parentela con la notissima pappa al pomodoro. 

L’acquacotta grossetana è un piatto dalle origini umili, legato alla cultura contadina, che veniva preparato con gli ingredienti che c’erano a disposizione in casa o magari per riciclare gli avanzi. 

 

Non esiste una vera e propria ricetta originale proprio per questo motivo, ma gli ingredienti base restano più o meno gli stessi. Indispensabile per questo piatto unico sono certamente il pane casereccio raffermo, l’olio d’oliva e il pecorino, ingredienti che si ritrovano in ogni variante a seconda della zona.

A quel punto potrete personalizzare il piatto come meglio preferite, aggiungendo magari funghi, verdure e tutto quello che vi piace di più.

 

INGREDIENTI 

 

  • 4 fette di pane casereccio raffermo
  • 300 gr di pomodori maturi
  • 2 cipolle bianche
  • 2 coste di sedano
  • 2 carote
  • 2 peperoni
  • 2 uova
  • Pecorino grattugiato
  • Olio extravergine d’oliva
  • Uno spicchio d’aglio
  • Peperoncino
  • Sale
  • Pepe

 

PAPPA AL POMODORO

 

PREPARAZIONE

 

Sbucciate le cipolle e tagliatele in fette sottili, poi lavate le coste di sedano e tagliatele a rondelle. Lavate i peperoni e tagliateli a listarelle sottili (anche per facilitare la cottura), lavate i pomodori, togliete i semi e tritateli alquanto grossolanamente, poi lavate pulite le carote e tagliatele a dadini.

 

 

Preparate un soffritto lasciando appassire in una padella con l’olio extravergine d’oliva le cipolle e il sedano insieme all’aglio e al peperoncino: la pentola deve restare coperta e il fuoco deve essere basso.

In un secondo momento aggiungete anche il sedano, i peperoni e le carote tagliate a dadini: continuate a mescolare e lasciate insaporire tutto per qualche minuto. 

Unite anche i pomodori, aggiungete il sale e continuate a mescolare lasciando cuocere per circa 15-20 minuti. 

A questo punto allungate le verdure aggiungendo un litro di acqua (o di brodo per rendere più saporita la pietanza): mescolate e proseguite ancora la cottura per altri 20-25 minuti, sistemando di sale, pepe e olio. 

 

Nel frattempo tostate le fette di pane casereccio raffermo e tenetele in caldo. 

Sbattete anche le uova insieme al pecorino grattugiato (vanno benissimo 4-6 cucchiai) e aggiungetele all’acquacotta poco prima della fine della cottura. Le uova dovranno essere praticamente strapazzate.

Togliete la pentola dal fuoco dopo aver rimestato tutto e disponete una fetta di pane tostato in ciascuna scodella o piatto fondo, poi versatevi sopra anche l’acquacotta bollente. 

 

 

 

Foto Thinkstock

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>