Prodotti tipici turismo enogastronomico

di Lucia Guglielmi Commenta

Questo perché c’è sempre più voglia di vivere la vacanza a contatto con la natura e, nello stesso tempo, con le prelibatezze locali.

Un giro d’affari che nel nostro Paese, a valere sull’anno 2012, vale la bellezza di oltre 5 miliardi di euro. Trattasi del turismo enogastronomico che, secondo l’Organizzazione degli Agricoltori della Coldiretti, in questi tempi di crisi rappresenta per il made in Italy il vero se non l’unico motore per le vacanze degli italiani.

Questo perché c’è sempre più voglia di vivere la vacanza a contatto con la natura e, nello stesso tempo, con le prelibatezze locali. Stiamo chiaramente parlando dei vari tipi di pane, salumi, formaggi, ma anche latte, pesce, miele, carni fresche, liquori e distillati.



GLI INGREDIENTI DI UN PASTO PERFETTO

D’altronde proprio da un’indagine effettuata dalla Coldiretti è emerso come ben un italiano su tre consideri di successo una vacanza solo quando non mancano le degustazioni di specialità enogastronomiche locali.

AGNELLO CON PISELLI

Da questo punto di vista l’Italia eccelle con migliaia di specialità censite dalle Regioni tra salumi e formaggi locali per non parlare poi dei dolci che rappresentano in molte aree del nostro Paese delle specialità regionali che tutto il mondo ci invidia. Ne consegue che la vacanza in agriturismo è ideale ed è perfetta per coniugare al turismo enogastronomico quello rilassante all’aria aperta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>