Marmellata di giuggiole

di Vito Verna Commenta

Come preparare la famosa marmellata di giuggiole.

Oltre al famosissimo brodo di giuggiole, sicuramente non adatto a tutti poiché ricco di alcol, le proprietà delle giuggiole si possono scoprire assaporando la dolcissima marmellata di giuggiole.

Il frutto veneto, ingiustamente ignorato in cucina poiché davvero ottimo anche dal punto di vista nutrizionale oltre che del sapore, ben si presta, infatti, a trasformarsi in una semplice marmellata che possiamo spalmare su un fetta di pane casereccio e gustare al mattino per darci la giusta carica per incominciare al meglio la giornata.


INGREDIENTI

– 1 chilogrammo di giuggiole

– 700 grammi di zucchero

– 1 limone

– Acqua (quanto basta per coprire la frutta)

– Si comincerà lavando e tagliando a metà le giuggiole

– In seguito si porranno in un tegame, si copriranno d’acqua e si integrerà il tutto con lo zucchero ed il limone (sia il succo che la scorza tagliata a piccoli pezzetti)

– Si lasceranno cuocere per circa 30 minuti e, una volta intiepidite, si priveranno dei noccioli e si passeranno con il passa verdure

– A questo punto si metterà la marmellata sul fuoco e si aspetterà che si addensi seguendo il nostro personale gusto

– Infine si verserà il composto nei vasetti, che avremo appena terminato di bollire, si chiuderanno e si capovolgeranno

– Una volta raffreddatisi saranno perfettamente sottovuoto e potremo conservarli per gustarli ogni volta che vorremo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>