Nonostante il loro essere dolci così tradizionali in realtà  pare che gli struffoli non siano stati inventati..

struffoli.JPGCon l`avvicinarsi delle feste natalizie voglio presentarvi un dolce tipico di questo periodo e tipico della cucina napoletana: gli struffoli. Questo dolce non manca mai sulle tavole imbandite nella sera della vigilia e si compone di tante piccole palline di pasta, fritte e immerse nel miele, una vera leccornia!

Nonostante il loro essere dolci così tradizionali in realtà  pare che gli struffoli non siano stati inventati a Napoli, ma che siano stati portati nel mondo partenopeo dai greci. Il loro nome, infatti, deriverebbe dal greco: strongoulos, che significa appunto “arrotondato, tondeggiante”; inoltre nella cucina greca è presente una preparazione piuttosto analoga: i loukoumates,delle piccole frittelle rotonde cosparse di miele.

  • – gr. 600 Farina
  • – 4 Uova + 1 tuorlo
  • – zucchero 2 cucchiai
  • – gr. 80 burro (oppure gr. 25 strutto)
  • – 1 bicchierino di rum,
  • -Buiccia di mezzo limone grattugiata
  • – Sale q.b.
  • – olio (o strutto) per friggere
  • -gr. 400 Miele
  • -confettini colorati (a Napoli detti “diavulilli”)
  • -confettini cannellini (confettini aromatizzati alla cannella)
  • – gr. 100 arancia candita
  • – gr. 100 cedro candito
  • – gr. 50 gr di zucca candita

Gli struffoli devono essere preparati in modo molto accurato, le palline devono essere piccole, devono essere coperti da molto miele e cedro, altra frutta candita, dalla cocozzata (la zucca candita) e dai diavolilli, piccoli confetti colorati.

Per ciò che riguarda le decorazioni si usano invece: molto miele, frutta candita, cocozzata e piccoli confettini. Innanzitutto occorre creare con la farina una fontana e nel mezzo porre le uova, il burro, lo zucchero, la scorza d`arancia e di limone grattugiata e il sale.


La parte più importante del procedimento è proprio il momento in cui si comincia a lavorare il composto, occorre infatti impastare bene, per almeno mezz`ora e in seguito lasciare riposare il tutto per un`oretta. Successivamente si possono creare con l`impasto dei piccoli bastoncini, tagliarli a pezzetti e friggerli in olio bollente.

Quando tutti gli struffoli saranno fritti, si può iniziare a sciogliere il miele in una padella. Appena il miele sarà  abbastanza liquido si immergono al suo interno gli struffoli e una parte dei canditi, rigirando accuratamente con cucchiaio. Infine si dispongono gli struffoli in un piatto e si decora con la restante frutta candita e i confettini colorati.

In questa ricetta abbiamo visto la zucca candita come ingrediente fondamentale, ma con la zucca si possono fare tantissimi piatti e dolci come ad esempio la torta di zucca.

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>