157953015
Un piatto tipico dei paesi mediorientali sono i Falafel di ceci. Una ricetta alternativa alla classica ricetta consiste nel preparare i Falafel di Fave. L’etimologia della parola falafel è ancora oggi sconosciuta. Secondo alcuni il termine deriva dall’arabo “fal?fil” che vuol dire pepe. Anche se è più probabile che derivi dall’aramaico “filfl” (piccola cosa rotonda) o dalla parola copta “pha la phel” (di molti fagioli)
Un’altra ricetta tipica araba è il Mutabbal.

INGREDIENTI (x 40 falafel)
500 gr di fave secche
1 cipolla
1 spicchio d’aglio
10 gr di prezzemolo
Pepe nero q.b.
1 gr di cumino
2 gr di cardamomo
Sale q.b.
2 gr di bicarbonato
35 gr d’acqua
20 gr di farina
Olio di semi q.b.

PREPARAZIONE
Versare in una ciotola con le fave in acqua fredda e lasciarle in ammollo per tutta la nottata. Scolare l’acqua ed asciugare l’acqua con uno straccio. Mettere in un mixer lo spicchio d’aglio, le fave, la cipolla tritata grossolanamente, il prezzemolo e tritare in maniera tale da ottenere un composto omogeneo e compatto.
Aggiungere al composto il bicarbonato sciolto in acqua ed il cumino ed il cardamomo. Infine unire al composto la farina e frullare di nuovo. Il composto finale dovrà risultare sia liscio che granuloso.
Preparare delle polpettine con l’apposito strumento per fare i falafel. Se non si possiede possiamo prepararle con le mani.
Versare in una padella un filo d’olio di semi, riscaldarlo fino a farlo arrivare ad una temperatura di 180°C e friggerli. Asciugare l’olio in eccesso, asciugarli e servirli ancora caldi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>