Cosa un vegano non potrebbe mai mangiare

di Alba D'Alberto Commenta

Se avete un amico vegano sappiate che non è indicato invitarlo a cena se non avete la pazienza d’informarvi su quello che mangia e su quello che invece sicuramente lascerà nel piatto o nel bicchiere. Ci sono delle cose, infatti, che anche se sembrano senza carne, per i vegani non sono del tutto “pure”. 

Un simpatico articolo riportato da FreeOpinionis rivela quali sono le 10 cose che un vegano non mangerebbe mai anche se ai non vegani non sembra proprio che ci possano essere delle bistecche nascoste all’interno. 

  1. La cocciniglia è usata anche per colorare le caramelle Tic Tac rosse.
  2. Il pane presenta spesso tracce di grassi animali.
  3. Grassi animali e strutto anche per il pane in cassetta e il pan carré.
  4. Le patatine fritte spesso contengono il sego, grasso derivato dalle mucche. 
  5. Semaforo rosso anche per la Guinness: come chiarificante è usata una gelatina ricavata dai pesci.
  6. Vietato anche lo yogurt: si usano gelatine che contengono ossa e pelle. 
  7. Prima di passare ai coloranti artificiali, per il Martini Rosso se ne usava uno derivato dalla cocciniglia.
  8. Stesso colorante (E120) anche per l’alchermes.
  9. Molti chewing gum contengono lanolina, derivata dal vello degli ovini. 
  10. Anche alcune varietà di sidro, molto popolare nei paesi nordici non sono vegan free.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>