Castagnaccio toscano

di Fabiana Commenta

La ricetta di un classico piatto povero toscano, il castagnaccio

Il castagnaccio è un dolce classico della tradizione toscana, di tradizione antica, ma povera. 

 

Ingrediente principale, come si evince anche dal nome, sono ovviamente le castagne, o meglio la farina di castagne. Il castagnaccio è un piatto tipicamente autunnale perfetto per essere accompagnato con i vini dolci.

Anche se esistono molte varianti del castagnaccio diffuse in tutta la Toscana, il migliaccio è il castagnaccio più noto e diffuso a Firenze

 

Si tratta di un piatto povero della tradizione contadina che viene preparato proprio con le castagne, un tempo la base dell’alimentazione delle famiglie della zona. 

 

INGREDIENTI

  • 500 ml di acqua
  • 500 ml di latte
  • 500 gr di farina di castagne
  • 100 gr di pinoli
  • Frutta secca
  • 5 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • Rosmarino
  • Sale

 

MERINGHE ALLE CASTAGNE

 

SEMIFREDDO CASTAGNE

 

 

PREPARAZIONE

 

Scaldate subito il forno a 200 gradi e poi ungete con l’olio una pirofila tonda in ceramica.

 

Lavate l’uvetta secca e mettetela all’interno di una ciotola con dell’acqua tiepida per circa 10 minuti in modo tale che risulterà ammorbidita.

 

Mescolate all’interno di una ciotola la farina e il sale, poi aggiungete anche il latte e l’acqua: lavoratelo e ottenete una pastella alquanto liscia e omogenea.

 

Sarà proprio il latte a regalare maggiore morbidezza al vostro castagnaccio, ma ovviamente se intendete rispettare la ricetta totalmente originale, potrete non utilizzare il latte.

Adesso unite al composto anche l’uvetta strizzata e i pinoli, ma badate di tenerne da parte un po’ perché vi occorreranno per la decorazione.

Versate tutto il composto preparato all’interno dello stampo, poi aggiungere anche i pinoli e l’uvetta restanti che dovranno restare sulla superficie e irrorate il castagnaccio con un filo di olio e con il rosmarino. 

Cuocete in forno preriscaldato per circa 30 minuti: considerate che il vostro castagnaccio sarà pronto quando la superficie apparirà crepata. Potrete servire il castagnaccio freddo o caldo, come dessert, merenda o fuoripasto.

 

Foto Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>