L’insalata di peperoni arrostiti alla siciliana

di Alba D'Alberto Commenta

I peperoni sono davvero così difficili da digerire? Nella cucina siciliana sono talmente importanti da essere considerati la base per antipasti ricchi di gusto o anche per secondi piatti dal sapore importante. L’insalata di peperoni arrostiti ne è un esempio. 

Questa preparazione succulenta si può considerare un antipasto ma può essere usata anche come secondo pasto. Il suo gusto è ricco e composito e arriva a solleticare l’immaginazione di tutti i palati, specie quelli più raffinati. Su Ricette di Sicilia gli ingredienti da considerare per 4 persone sono questi: 

  • cinque peperoni rossi e gialli
  • due spicchi d’aglio
  • gr 100 pane raffermo
  • gr 100 caciocallo stagionato
  • gr 50 passoline
  • gr 50 pinoli
  • gr 50 olive verdi
  • gr 50 capperi dissalati
  • olio e.v.o. q.b.
  • sale
  • prezzemolo o basilico

Procedimento

Dopo aver lavato i peperoni, bisogna metterli in una teglia e adagiarli nel forno preriscaldato a 200° per farli arrostire. Il tutto dura circa 30 minuti e bisogna avere cura nel rigirarli di tanto in tanto con molta delicatezza. A cottura ultimata si possono togliere i peperoni dal forno e ricoprire la teglia con un foglio di carta stagnola da cucina, in modo da non far fuoriuscire il vapore. I peperoni, infatti, quando sono intiepiditi e ammorbiditi vanno spellati e deve essere scolato il loro brodo di cottura. Mentre si raffreddano è possibile tagliare a cubetti il pane raffermo, metterlo in un mixer e tritarlo finemente fino a ridurlo in briciole. 

Continua poi Ricette di Sicilia:

Aggiungere ai peperoni l’aglio tagliato a fettine (questo permetterà di eliminarlo a chi non lo gradisce), il prezzemolo o il basilico tritato finemente, le olive snocciolate e tagliate a pezzi grossolanamente, le passoline precedentemente ammollate e strizzate, i pinoli, i capperi dissalati e strizzati, un pizzico di sale e un’abbondante innaffiata di olio. A questo punto unire il caciocavallo grattugiato e il pane raffermo sbriciolato. Amalgamare il tutto e, prima di servire, lasciare riposare in frigo per cinque ore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>