Ricetta polpette di carne

di Cristina Baruffi Commenta

Le polpette sono un piatto a base di carne tritata, spezie e aromi, in cui viene aggiunto all'impasto uova e pangrattato per rendere più omogeneo il composto.

Le polpette sono un piatto a base di carne tritata, spezie e aromi, in cui viene aggiunto all’impasto uova e pangrattato per rendere più omogeneo il composto. Le polpette di carne sono un piatto tipico della cucina italiana e vengono generalmente servite come secondo piatto, anche se possono essere cucinate in molti modi diversi come per esempio in umido, in forno o fritte con abbondante olio extravergine di oliva.
Nei mesi precedenti abbiamo proposto altre ricette simili come le polpette gustose, in cui abbiamo aggiunto alla carne macinata cubetti di caciocavallo e pancetta.

– 400 g di macinato di bovino
– 400 g di salsiccia
– 2 uova
– pangrattato
– prezzemolo
– passata di pomodoro
– vino bianco
– olio
– sale e pepe

Mescolare in una bacinella dal bordo alto la carne macinata con la salsiccia e le due uova, in modo tale da ottenere un impasto omogeneo, quindi aggiustare di sale e pepe. Unire il pangrattato e il prezzemolo tagliato finemente poi mescolare per qualche minuto, finché gli ingredienti saranno completamente amalgamati tra di loro. Precedete nella formazione delle polpette, le dimensioni sono variabili, ma considerate che più piccole sono e meno tempo ci vorrà per cuocerle. Nel frattempo mettete sul fuoco una padella antiaderente con un filo di olio e quando sarà ben caldo aggiungete le polpette girandole di tanto in tanto per una cottura più uniforme.

[VARIANTE] RICETTA POLPETTE DI VERDURA

Quando saranno dorate su tutta la superficie unite la passata di pomodoro e salate leggermente, quindi coprite la padella con il coperchio e proseguite la cottura a fuoco bassissimo. Dopo 20 minuti circa sollevate il coperchio e aggiungete mezzo bicchiere di vino bianco, finché il sugo non si sarà un po’ rappreso.

Approfondimenti:

Le polpette vengono citate per la prima volta nel secolo XV nel libro di Maestro Martino, un cuoco che spiega come cucinare vari tagli di carne di differenti animali, anche se con questo termine indica quella pietanza che noi generalmente conosciamo con il nome di involtino di carne.
Dal punto di vista etimologico il termine “polpetta” potrebbe derivare la francese paupière (palpebra) facendo riferimento al movimento che fanno le mani durante la preparazione dell’impasto, anche se è più probabile che deriva dalla parola polpa, che era il taglio di carne più pregiato per preparare questo gustoso piatto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>