Wimbledon, i must da gustare a bordo campo

di Fabiana Commenta

Fragole con panna acida liquida e Cocktail al Pimm’s N. 1 Cup, i must del torneo da preparare in casa

TENNIS-GBR-WIMBLEDON

L’edizione 2013 è già stata ribattezzata la caduta degli dei (considerata l’eliminazione di Nadal, Federer, Serena Williams), ma il torneo di Wimbledon resta sempre il torneo di tennis più affascinante e importante al mondo.

Contraddistinto dall’eleganza dei giocatori, rigorosamente in bianco, a Wimbledon diventa un must anche quel che si mangia a bordo campo.

 

Il must per eccellenza sono le inglesissime fragole con panna acida liquida che gli spettatori assaporano in coppette trasparenti, il cocktail di rigore è il Pimm’s. 

 

Dicono che le fragole non siano poi così buone, che le fragole siano più che altro congelate, che la panna sia fin troppo liquida… ma Wimbledon è Wimbledon, per cui se volere godervi le prossime partite che vi traghetteranno fino alla finale allora con pochi accorgimenti potreste sentirvi proprio fra gli spalti anche guardando le partite in casa vostra. 

 

Fragole con panna acida liquida 

  •  Fragole
  • Panna fresca
  • Yogurt greco
  • Un cucchiaio di succo di limone

Lavate le fragole con acqua e bicarbonato, poi tagliatele a dadini o lasciatele intere (se sono piuttosto piccole), poi preparate la panna acida. 

 

La panna acida è molto diffusa nei paesi anglosassoni, ma preparala in casa è facilissimo. Mettete all’interno di una ciotola la panna fresca e lo yogurt naturale greco, aggiungete un cucchiaio di succo di limone filtrato e mescolate tutto.
Ricoprite il contenitore e poi lasciate riposare la panna per circa 30 minuti. 

Versate le fragole in una coppetta e decorate con la panna acida: sarà certamente meno liquida di quelle di Wimbledon, ma forse più genuina.

 

 

Cocktail al Pimm’s N. 1 Cup

 

  • Pimm’s N. 1 Cup
  • Limonata
  • Foglioline di menta
  • Cetriolo
  • Fragola
  • Mela
  • Ghiaccio

 

GELATINE AL PIMM’S DI GORDON RAMSEY

 

Il Pimm’s N° 1 Cup è un liquore inglese di antiche origini: fu inventato nel 1823 da James Pimm e anche se nasce come digestivo, molto rapidamente diventa una bevanda diffusa negli ambienti aristocratici inglesi.

La versione più famosa, il Pimm’s N° 1 Cup, resta associata soprattutto all’erba di Wimbledon (ma anche alle partite polo).

 

Preparare il cocktail al Pimm’s N. 1 Cup è molto facile. Procuratevi un bicchiere lungo e versatevi all’interno una parte di Pimm’s N. 1 Cup, aggiungete tre parti di limonata o in alternativa di Ginger Ale (a base di zenzero). Aggiungete le decorazioni, qualche foglia di menta, una fettina di cetriolo, una fettina di fragola e una di mela. Mettete molto ghiaccio, decorate e servite. 

 

 

 

Foto Thinkstock

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>