Ricetta classica del pinzimonio di verdure

di Vito Verna Commenta

Una delle preparazioni ideali delle verdure crude e quella rappresentata dalla ricetta classica del pinzimonio.

Le verdure, come abbiamo visto in un nostro recente articolo, possono venir preparate in molte e gustose varianti e possono venir utilizzate, per esempio, per condire ricchi primi piatti oppure ancora venir utilizzate come contorno.

Molto spesso, però, le verdure sono ottime consumate anche a crudo, senza doversi così prodigare in lunghe cotture o incastrare in complicate ricette, semplicemente sbucciando e lavando accuratamente gli ortaggi selezionati.



Certo è vero che, sebbene le verdure crude siano ottime anche consumate al naturale, una portata di questo tipo richiede, per lo meno, un minimo di condimento per poter venir apprezzata nel migliore dei modi.

Uno di questi, forse quello più comunemente utilizzato e classico, è il pinzimonio, la cui ricetta tradizionale, a differenza di quanto comunemente creduto, prevede solamente l’utilizzo di ottimo olio d’oliva extravergine, sale e pepe.

Altre versioni, più moderne ed utilizzabili, per esempio, anche in presenza di piatti a base di carne o pesce, prevedono, invece, anche l’utilizzo, per esempio, di senape, aceto, basilico, origano, limone ed altri aromi ed erbe aromatiche.

Anche sulle verdure da utilizzarsi la questione è controversa poiché, come nel caso della salsa d’accompagnamento,  molto dipende dalle scelte e dai gusti dei commensali.

Le ricette classiche, quelle che presenteremo a breve, prevedono, in particolar modo, che si utilizzino sedano, carote, ravanelli, peperoni, finocchi e radicchio.

INGREDIENTI

– olio extravergine d’oliva

– sale

– pepe

– 2 carote

– 1 finocchio

– 1 peperone

– 12 ravanelli

– 2 coste di sedano

– 1 cespo di radicchio

– Per preparare il pinzimonio, innanzitutto, sarà semplicemente sufficiente emulsionare, con l’ausilio di una forchetta o di una frusta, l’olio, il sale ed il pepe.

– A parte, invece, laveremo tutte le verdure, molto accuratamente, magari immergendole, per alcuni minuti, in acqua e bicarbonato.

– Una volta scolate ed asciugate le verdure si puliranno, per esempio rimuovendo i semi e filamenti interni del sedano e dei peperoni, e si taglieranno, preferibilmente a listarelle, per poi disporle all’interno di bicchieri alti così che si possano comodamente prendere con le dita ed intingere nel pinzimonio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>