Il bambino non vuole cose verdi, ma ha provato questa vellutata?

di Alba D'Alberto Commenta

I bambini, arrivati ad una certa età, non mangiano più le cose verdi. Ma non perché i loro gusti siano cambiati, ma per partito preso. Quindi diventa inutile propinare loro la bieta, gli spinaci, le rape e perfino i piselli. Bisogna ringraziare il Cielo se riusciamo a fargli andare giù i pomodori. Il problema è nel colore, sappiatelo. Ma se si stuzzicano gli occhi con una vellutata diversa? Ecco una soluzione. 

Dovete aiutare i bambini a capire che il verde è un bel colore, che è il colore della speranza, la speranza che quello che hanno nel piatto sia di loro gradimento. Magari potete evitare questo  particolare e provare a stuzzicare il loro palato e i loro occhi. I bambini sono inclini ai sapori dolciastri e non troppo pronunciati quindi non pensate di “sverdizzarli” con gli spinaci ripassati col peperoncino

Provate invece con una bella vellutata di piselli e patate dove il sapore dolciastro è assicurato, la consistenza cremosa anche e il gusto, quello dovete assolutamente provarlo. 

Ingredienti

  • 450 gr di piselli surgelati
  • 2 patate medie
  • 1 cipolla media
  • 1 bicchiere di latte freddo
  • sale e  pepe

Preparazione

Pelate le  patate, lavatele e tagliatele a tocchetti. Sbucciate la cipolla e tagliatela a rondelle. In una pentola con il bordo alto, mettete tutti i piselli, le patate e la cipolla e poi aggiungete acqua fino a coprire le verdure a filo. Salate e pepate poi fate cuocere fino a che tutte le verdure si sono ammorbidite. Mediamente, a fuoco moderato, s’impiegano 30-45 minuti. 

A questo punto mettete tutto nel frullatore e riducete gli ingredienti in una purea. Rimettete questa salsa nella pentola aggiungendo il latte e mescolate bene sul fuoco per 5 minuti al massimo. Servite nelle scodelle accompagnando il tutto con crostini di pane e un filo d’olio extravergine. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>